> <

Abbraccia l’Italia

Durata totale del progetto: 1 anno - da novembre 2009 a novembre 2010

Home > Lavori > Abbraccia l’Italia

Abbraccia l'Italia

Abbraccia l’Italia

L’idea alla base del progetto è quella di diffondere a livello nazionale un forte messaggio volto, attraverso la cultura, a favorire l’inclusione sociale, innescando una profonda azione di sensibilizzazione delle comunità locali.
Riteniamo che la riscoperta di una propria identità culturale abbia due implicazioni sociali molto importanti. La prima è rappresentata da un momento di rielaborazione, costituzione e consolidamento della rete di rapporti umani attraverso elementi condivisi di storia e di appartenenza.


La seconda, caratterizzando un intero territorio con la creazione di una specifica carta d’identità del luogo, è in grado di attrarre risorse utili ad uno sviluppo economico sostenibile, rispettoso delle persone e dell’ambiente. Un aspetto da non trascurare è l’immagine omogenea del comprensorio che scaturirà dal “lavorare” insieme.

La salvaguardia e la valorizzazione del proprio patrimonio culturale e ambientale, base e fondamento della vita di ogni comunità, costituiranno un indispensabile supporto per affrontare situazioni di disagio sociale nelle fasce più sensibili della popolazione.


Abbraccia l’Italia”, nella sua globalità, è un’operazione che mira a stimolare le comunità locali affinché si rendano protagoniste del proprio futuro in uno spirito di cooperazione e di inclusione di tutte le categorie sociali. Questo ideale abbraccio è dunque esteso a tutti senza distinzione di sorta: mentre, da un lato, mira a proteggere le categorie sociali più sensibili, dall’altro, vuole sprigionare le energie e le capacità delle comunità e renderle protagoniste del loro futuro. Si punterà sulla riscoperta e sulla valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale per produrre risorse in grado di contribuire alla crescita sociale ed economica del territorio, donando ai residenti una maggiore consapevolezza delle proprie risorse e potenzialità.


Il progetto è ispirato inoltre ai contenuti di un fondamentale documento, sottoscritto dalle Nazioni Unite, denominato “Agenda 21”. Il documento contiene principi, obiettivi ed azioni per promuovere uno sviluppo sostenibile della Terra, sotto il profilo ambientale, economico e sociale nel XXI secolo.

La realizzazione del nostro progetto in una determinata località potrà essere quindi fondamentale nel programmare futuri piani di sviluppo ad impatto zero che rispettino l’ambiente ma soprattutto favoriscano migliori condizioni di vita.


Un momento importante sarà anche quello del confronto con culture diverse che sempre più spesso si radicano sul territorio nazionale portate dai migranti di prima e seconda generazione.
Queste azioni possono rappresentare un’eccezionale contributo all’integrazione nella diversità, dando così risalto all’interscambio culturale come risorsa importante per la crescita, la convivenza e il rafforzamento di una cittadinanza attiva.
Particolare risalto assumono queste iniziative visto che il 2008 è stato dichiarato da parte dell’Unione Europea “Anno Europeo del Dialogo Interculturale”.


Il progetto si avvarrà della diffusione, delle capacità e delle risorse umane presenti nelle associazioni Pro Loco che in oltre 120 anni di attività hanno prodotto, salvaguardato ed alimentato lo straordinario patrimonio culturale immateriale italiano. Ogni sforzo sarà compiuto per rispondere a quello che si identifica sempre di più come un bisogno/esigenza imprescindibile del territorio.

Quest’attività rappresenta al momento in Italia l’unica risposta operativa a quanto si vuole realizzare sotto la guida dell’UNESCO: salvaguardare, archiviare e diffondere i patrimoni culturali immateriali della Nazioni di tutto il mondo.


Al fine di promuovere le iniziative legate al progetto abbiamo pensato di utilizzare mezzi simbolici di diffusione, economici e al tempo stesso efficaci. Tecniche di comunicazione innovative che grazie alla capillare rete delle nostre associate, riusciranno a coinvolgere ampie fasce di popolazione, raggiungendo delle tipologie di cittadini normalmente poco interessati a questo tipo di attività.

OBIETTIVI:

• Promuovere una più efficace valorizzazione del patrimonio immateriale, mettendone in evidenza le potenzialità ai fini dello sviluppo sociale, culturale ed economico.


• Raccogliere e archiviare nel più breve tempo possibile il patrimonio immateriale tramandato ancora oralmente. Queste nozioni ora sono totalmente legate alla memoria degli anziani, registrandole si eviterebbe la loro progressiva scomparsa. L’obiettivo attraverso appositi incontri sarà quello di facilitare la trasmissione dei saperi attraverso “l’arte del tramandare”.

• Sensibilizzare le amministrazioni locali al fine di creare dei piccoli laboratori di artigianato dove gli anziani possano trasmette i propri saperi, la propria manualità e la propria esperienza ai giovani fornendo loro anche possibilità di un futuro lavoro.


• Elaborazione di itinerari turistici, inseriti all’interno della guida del progetto, che potranno fungere da stimolo allo sviluppo del tessuto socio-economico del territorio.

• Diffondere all’interno delle scuole delle località prescelte il forte messaggio sociale di “Abbraccia l’Italia”, stimolando apposite ricerca sul tema dell’inclusione sociale e della cultura orale e favorendo la tutela promozione dell’infanzia, dell’adolescenza e dei giovani grazie ai contenuti del progetto.

• Sostenere, tramite la salvaguardia del patrimonio immateriale, i valori del dialogo, della diversità culturale e dell’inclusione sociale.